come arredare balconi
Casa e Giardino

Come arredare balconi e terrazze, per renderli degli spazi relax irrinunciabili

Consigli per quali mobili, piante e tipi di illuminazione optare e per come impreziosire questi angoli di storia.

Pratica guida su come arredare balconi e terrazzi di tutti i tipi:

“I balconi sono stati primi social media” ha detto una volta il fumettista Makkox.

E come non credergli? Balconi e terrazze sono sempre stati luoghi dai quali “osservare” quello che succede fuori, che si trattasse di spettacoli, cerimonie o del semplice viavai della città, come spesso osserviamo la bacheca di Facebook o il feed di Instagram, solo con qualche “piccola” differenza.

Sono stati e sono i luoghi dove trascorrere pause e momenti spensierati insieme a qualcuno, da dove scambiare due parole con i vicini e manifestare solidarietà, soprattutto durante lo scorso 2020!

E voi? Avete un balcone, una terrazza o un piccolo poggiolo? Siete sicuri di sfruttarlo al meglio?

In questo articolo vogliamo regalarvi qualche curiosità e qualche consiglio per invitarvi a renderlo uno degli spazi più confortevoli della casa!

Ma non è tutto, a far crescere la voglia di balcone ci pensa anche Brico Sky, con delle offerte limitate sui prodotti di arredamento da esterno, andate a dare un’occhiata!

SAPEVATE DOVE NASCONO I BALCONI?

Le prime testimonianze della presenza di balconi risale agli antichi egizi. Il faraone Ramses III, nel 1218 a.C. ne possedeva uno nel suo palazzo di Medinet Habu da dove si affacciava durante le cerimonie di corte. Non aveva di certo la funzione di luogo di relax, dove godersi un aperitivo al tramonto, ma era pur sempre un balcone, situato al centro della facciata del palazzo.

Per rimanere in tema di grandi sovrani, anche il re Serse di Persia, nel suo palazzo di Persepoli disponeva di sontuose terrazze.

I primi balconi per abitazioni civili, invece, risalgono all’antica Grecia, dove chi li possedeva doveva addirittura pagare una tassa in più per questo privilegio. Anche nella Roma antica i “maenianum” furono balconi concepiti per assistere agli spettacoli pubblici e per scopi ricreativi in genere.

Poco decoroso fu il ruolo dei balconi durante il Medioevo, che svolgevano la funzione di toilette, ma… passiamo oltre!

I balconi, in Italia come in altre zone d’Europa, cominciarono a riacquistare valore durante il Rinascimento, quando le famiglie nobili iniziarono a farne sfoggio estetico.

Oggi il balcone, grande o piccolo che sia, è rimasto un elemento prezioso e quasi indispensabile per tutte le abitazioni private.

TUTTA QUESTA STORIA… E PER COSA?

Adesso che lo sappiamo, non possiamo permettere che un luogo così ricco di storia venga ignorato.

Quindi mettiamoci al lavoro e iniziamo dal primo passo fondamentale che renderà il nostro balcone subito più accogliente: la pulizia!

Autunno, inverno, ma anche i primi pollini primaverili lo hanno riempito di residui. Se vivete in città o in grandi palazzi non mancheranno polvere e smog per non parlare delle ragnatele!

Prendete scopa e paletta, acqua, stracci, il giusto prodotto per la pavimentazione, e iniziate pulire!

Riordinate eventuali bidoncini e sgomberate eventuali utensili e oggetti in più, oppure poneteli in un armadietto da esterno.

È vero, si tratta di un luogo all’aperto, non sarà mai pulito come in casa, ma un po’ di manutenzione ogni anno gli darà un nuovo aspetto.

Un consiglio speciale? Se il balcone o il terrazzo è molto sporco, per non respirare tutta la polvere che produrrete, socchiudete porte e finestre e poi indossate la mascherina!

Ma passiamo ai consigli più divertenti ora… come possiamo rendere il nostro balcone davvero unico e degno di un faraone o di un re persiano?

COME ARREDARE BALCONI E TERRAZZI DI GRANDI DIMENSIONI

Se il vostro terrazzo è molto spazioso, allestitelo con due o tre comodi divanetti/poltroncine da esterno, cercando di non avvicinarli troppo alla porta di accesso, per non ostruire il passaggio. Posizionate al centro un tavolino basso, sarà il punto di appoggio per libri, candele, un’ottima colazione o un ottimo aperitivo relax.

COME ARREDARE BALCONI E TERRAZZI PICCOLI E MEDI

Se lo spazio per poltrone e tavolini proprio non c’è, sappiate che basta anche solo una sedia sdraio pieghevole o, perché no, un’amaca, se il vostro balcone è incassato nell’edificio, per rendere uno spazio apparentemente angusto un luogo di relax.

Aggiungete un piccolo punto d’appoggio per un libro o un drink e avrete il vostro piccolo angolo di pausa.

LE PIANTE ADDATTE PER ARREDARE I BALCONI

Uno dei protagonisti di una terrazza che si rispetti, grande o piccola che sia, sono le piante! Da quelle rampicanti ed espansive a quelle più minimal, dagli alberelli in vaso alle piante da fiore.

Ogni balcone può ospitarne una, o meglio, tante!

 

C’è anche chi, in balcone, improvvisa un piccolo orto con i profumi per la cucina o addirittura piante di pomodori – lo sapevate che i pomodori, dai ciliegini ai perini, sono molto adatti ad essere coltivati in vaso? –

Qualsiasi pianta scegliate di utilizzare, il vostro balcone cambierà sicuramento aspetto e anche profumi.

Le piante, oltre a farvi sentire come se foste in giardino, contribuiscono a creare una barriera naturale per la vostra privacy, per il sole e per lo smog. Sceglietele bene in base all’esposizione del balcone! Ad esempio il geranio è perfetto per i balconi assolati, mentre la fucsia e l’edera sono adatti a balconi di mezz’ombra.

Un ulteriore consiglio? Scegliete vasi squadrati in modo da poterli accostare più facilmente uno vicino all’altro e risparmiare spazio.

piante da balcone

L’ILLUMINAZIONE

Il terrazzo è un luogo utilizzato soprattutto di giorno, ma in una serata tiepida o quando in casa fa troppo caldo diventa un fantastico rifugio, quindi illuminatelo! Potete optare per delle lampade a

muro oppure appendere tante luci a bulbo dai colori caldi o colorati, come in una festa d’estate, che regaleranno alla terrazza un’atmosfera serena e rilassante. E se l’illuminazione è preparata all’ultimo secondo, sbizzarritevi con tante piccole candele da inserire dentro a barattoli di vetro per far si che il vento non le spenga.

Allora siete pronti ad arredare il vostro balcone? Non perdete tempo, perché il periodo migliore per farlo è proprio questo!

Lascia un commento